Stasera al Teatro Alfieri di Montemarciano

Giobbe Covatta narra la Commedia dedicata ai minori

 

Giobbe Covatta è in scena stasera, venerdì 16 marzo (ore 21) al Teatro Alfieri con «La Divina Commediola. Reading de “L’Inferno” tratto dalla “Divina Commedia” di Ciro Alighieri». Lo spettacolo scritto con Paola Catella e con la partecipazione in scena di Ugo Gangheri, è il penultimo appuntamento nel cartellone realizzato da Comune e AMAT con il sostegno di Regione Marche e MiBACT.

Giobbe ha trovato di recente il manoscritto di una versione “apocrifa” della Divina Commedia firmato da tal Ciro Alighieri. Purtroppo dell’opera è rimasto solo l’Inferno che, pur nelle affinità, mostra macroscopiche differenze con la più nota versione dantesca. In una lingua più simile al napoletano che al volgare toscano, il poeta ha infatti narrato un inferno che è sì luogo di eterno supplizio, ma non per i peccatori, quanto per le loro vittime. Ciro Alighieri non poteva trovare diversa soluzione, dal momento che queste sono quasi sempre i più deboli: i bambini.

Giobbe presenta la sua personale versione della Divina Commedia totalmente dedicata ai diritti dei minori. I contenuti ed il commento danno forma spassosa a temi seri. Conoscere i diritti riconosciuti dalla Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia approvata nel 1989 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite (ma non ratificata né dalla Somalia né dagli Stati Uniti) e i modi più comuni con cui questi vengono calpestati aiuta a diffondere la cultura del rispetto e i principi dell’eguaglianza anche fra le nuove generazioni.

Biglietti a 20 euro per il primo settore, 17 euro per il secondo e 13 euro per il terzo, con riduzioni a 18 e 15 nei primi due settori (per under 29 e over 65 anni, convenzionati vari) alla Biglietteria Teatro Alfieri aperta stasera dalle 20.

I biglietti si possono prenotare anche al Call center dello spettacolo delle Marche 071/2133600.

 

giobbe-covatta ecomarchenews
Giobbe Covatta
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *