L’incredibile storia di Karim Franceschi

Karim Franceschi intervistato per ore da Matteo Caccia in un hotel di Senigallia

Matteo Caccia su Audible di Amazon racconta in un podcast “Oltre il confine” l’incredibile storia di Karim Franceschi che nel 2015, da Senigallia parte per Kobane, per unirsi alla lotta armata contro l’Isis. Dieci intense puntate (Oltre il confine; L’addestramento; Kobane il fronte; Karim il Partigiano; Kobane libera; Siamo martiri; Il cecchino; Ritorno a casa; Ancora Kobane;Raqqa) in cui è la voce di Karim stesso a raccontare la sua storia: le ragioni delle sue scelte, i sentimenti, le paure e le speranze in due anni di lotta accanto agli uomini e alle donne di Kobane.

“Quando cerco una storia da raccontare – dice Matteo Caccia (conduttore radiofonico, che raccoglie, scrive e racconta storie) , più che l’intreccio cerco l’essere umano che sta dentro”. Questo è un viaggio straordinario, è sì un racconto di guerra che ha come protagonista un ragazzo di 25 anni e i suoi ideali, ma è soprattutto la storia, come Caccia sottolinea, dello sforzo più incredibile che ognuno di noi dovrebbe fare, cercare di assomigliare il più possibile all’idea che abbiamo di noi stessi.

Matteo Caccia è il narratore delle vicende – storiche e umane – che ruotano intorno alla vita di Karim e che ne dettano decisioni ed emozioni. Il racconto è arricchito da documenti sonori e musiche originali a cura di Luca Micheli che ha firmato anche la regia, testimonianze dirette di amici, parenti, giornalisti “embedded”, compagni e compagne di lotta e contributi raccolti dalla redazione.

https://fb.watch/3em1ishqhm/

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One thought on “Oltre il confine

  1. Ho ascoltato il podcast, lungo sì, difficile a tratti, bello perlopiù (No Matteo Caccia Karim non abitava a Sant’Angelo in Vado ma a Sant’Angelo!!). Ancora c’è questa frase che continua a perseguitarmi: “ed io in che cosa credo con tanta fermezza da non tornare indietro?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *