IX edizione / Eurotopia Venerdì 19 luglio, dalle 6 pm alle 6 am, sulla
spiaggia di Marzocca di Senigallia, la notte dedicata all’architettura,
alle arti e al design

Le prime anticipazioni

L’appuntamento era stato dato lo scorso anno all’alba, in uno spazio
rituale in riva al mare, con le suggestive e ipnotiche performance di
Roberto Paci Dalò e di Alessandro Sciarroni, Leone d’Oro per la danza 2019.
Il prossimo 19 luglio, dalle 6 di sera alle 6 del mattino, al km 278
del litorale adriatico, sulla spiaggia di Marzocca (Senigallia), di
fronte alla Madonnina del Pescatore, torna per il nono anno la notte
dedicata all’architettura, alle arti e al design di Demanio
Marittimo.Km-278.

Il progetto è a cura di Cristiana Colli e Pippo Ciorra ed è promosso
dalla rivista MAPPE, Gagliardini Editore –  direttore editoriale
Cristiano Toraldo di Francia – con la collaborazione del MAXXI, Museo
delle Arti del XXI secolo, del Comune di Senigallia, della Regione
Marche e con il supporto di un’ampia rete di imprese, istituzioni e
associazioni culturali nazionali e internazionali.

Questo tratto di spiaggia si trasforma e si prepara ancora ad accogliere
l’incontro tra il pubblico e sempre nuovi protagonisti internazionali della
cultura e della progettazione contemporanea, grazie a un contest
internazionale di progettazione dello spazio pubblico che coinvolge giovani
talenti dell’architettura. Dopo il Royal College of Art di Londra per
questa edizione sarà la volta della Facoltà di Architettura di Zagabria.

Il punto di partenza e il filo conduttore è sempre la dimensione adriatica,
come geografia, immaginario, piattaforma multidisciplinare e
multiculturale, elemento di collegamento con l’altra sponda. Il tema di
quest’anno è Eurotopia, allo stesso tempo un’utopia e uno spazio di
rappresentazione e sviluppo sociale, culturale, professionale. Questo era
anche il tema al centro del Padiglione Belga alla Biennale Architettura
2018: se ne parlerà con gli autori, il gruppo Traumnovelle di
Bruxelles/Parigi. Il dialogo sull’ architettura coinvolgerà anche i
curatori del Padiglione Tedesco nel 2018, con Lars Krückeberg, del
gruppo GRAFT di Berlino.
Il rapporto tra architettura e riqualificazione urbana sarà esplorato in
relazione ad alcune esperienze in corso nella provincia italiana, come il
museo M9 a Mestre, insieme allo studio Sauerbruch Hutton, formazione
anglo-tedesca di base a Berlino. Il caso di Reggio Emilia, approfondito con
l’architetto Andrea Zamboni e con Massimo Magnani del Comune della
città, unisce invece diversi progetti come la Stazione dell’alta velocità,
i Chiostri di San Pietro, il #Capannone 18 delle Ex Reggiane e nuove
connessioni tra il centro e l’area collinare.
Seguendo questo filo, e spostando il focus sull’ arte, Franco Noero
racconterà lo sviluppo della sua galleria in relazione a diversi luoghi
della città di Torino, dalla Fetta di Polenta a Piazza Carignano, fino allo
spazio industriale di via Mottalciata.
Da spiaggia a spiaggia – da quella di Marzocca a quella allestita nella
città fluviale di Prizren – Giacinto Di Pietrantonio racconterà la
seconda edizione di Autostrada Biennale in Kosovo.
Si ripercorrerà la storia del progetto con Marco De Michelis per
l’anniversario dei 100 anni del Bauhaus. Si esploreranno invece le
evoluzioni del design della comunicazione, con le sue interazioni
digitali e multimediali, insieme ad Alessandro Masserdotti dello
studio DOTDOTDOT di Milano.
Freo Majer, direttore di Forecast, Berlino, e condirettore di Housing
the Human, presenterà i risultati di questo progetto: un laboratorio
internazionale lanciato nella scorsa edizione di Demanio Marittimo.Km-278
che invita architetti, designer, artisti a lavorare insieme sul ruolo del
progetto per la coesistenza tra individui e comunità nello spazio
contemporaneo.
Il Maestro del Territorio celebrato da questa edizione sarà l’architetto
e urbanista Giancarlo De Carlo, in una conversazione tra Marco De
Michelis, Margherita Guccione e Paola Nicolin, mentre il gruppo
Radioarchitettura presenterà una ricerca sui laureati marchigiani
espatriati.
Il programma condurrà anche quest’anno il pubblico fino all’alba, per la
tradizionale colazione all’italiana e per accogliere un anniversario
speciale, quello dei cinquant’anni dall’allunaggio.

Sui palchi in riva al mare di Demanio Marittimo in questi anni sono passati
artisti, designer, architetti, progettisti, pensatori come Adrian Paci,
Sislej Xhafa, Alfredo Jaar, Daniel LIbeskind, Stefano Boeri, Mario
Cristiani, Mario Cucinella, Ippolito Pestellini, Mazzanti, Cristiano
Toraldo di Francia, Edoardo Boncinelli, James Taylor Foster.

Ufficio stampa
Maddalena Bonicelli | maddalena.bonicelli@gmail.com | +39 335 6857707
Santa Nastro | snastro@gmail.com | +39 392 8928522

www.mappelab.it
facebook.com/mappelab| <http://facebook.com/mappelab%7C>
twitter.com/mappelab| <http://twitter.com/mappelab%7C> #dmkm278 #mappelab

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *