Una risposta ai “Perché?”

Paola Deffendi e Claudio Regeni, genitori di Giulio

Giulio fa Cose, pagg. 126, 127: «Giustizia sarebbe dare una risposta al
“perché?” […] ma cosa andrebbe a svelare? quali ingiustizie? quali
interessi? […] cosa si nasconde dietro?»
Il libro che Paola Deffendi e Claudio Regeni hanno scritto insieme con
il loro avvocato Alessandra Ballerini però non si risponde. Prosegue
parlando di fatti avvenuti, di passi compiuti, di loro sentimenti, ma
non si lascia andare a nessuna ipotesi, a nessuna congettura. Se e
quando avrà le risposte, sarà la Procura di Roma a spiegare cos’è
successo e a vantaggio di chi.
Tuttavia, ben riassunta da Francesca Sforza, un’ipotesi è finalmente
formulata. Chi abbia letto La Stampa di domenica 27 dicembre la
trova in “Primo Piano”, pag. 10, sotto il doppio titolo che stringendo la
spiega: “Nel governo si fa strada l’ipotesi di azioni finalizzate a
indebolire le alleanze di Roma nel Mediterraneo. Dalle autobombe
a Regeni e Zaki lo strano asse anti-italiano al Cairo”.
La giornalista non cita le fonti, ma attribuisce agli ambienti del
governo “la convinzione che il brutale assassinio di Giulio Regeni sia
il tassello di un mosaico composto per indebolire e sporcare la sua
tradizionale presenza nel Mediterraneo”. Ma è chiaro – precisa – che
molto si deve alla ricostruzione dei fatti nell’ambito dell’inchiesta della
procura di Roma.
Sotto questa luce si possono distinguere e trovano connessione logica
molti avvenimenti. Un simile quadro, dove trova posto anche l’attività
petrolifera di ENI, rappresenta, a quanto pare, una dei primi compendi
a risposta della domanda che, con accorta e lodevole sincerità i Regeni
hanno lasciata aperta.
La lettura in tandem del libro e dell’articolo gioverà a una migliore
conoscenza delle cose. Sempre aspettando che la giustizia italiana
emetta la sua sentenza. Dove non può esserci gioia viva almeno la
speranza che la verità venga veramente fuori. Forse siamo meno
lontani.

Leonardo Badioli

Per il libro dei Regeni:
Paola Deffendi, Claudio Regeni, Giulio fa cose, Feltrinelli 2020.

Per l’articolo di Francesca Sforza: https://www.lastampa.it/topnews/primo-piano/2020/12/27/news/dalle-autobombe-a-regeni-e-zaki-lo-strano-asse-anti-italiano-al-cairo-1.39702784

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *