ar[t]cevia esplode

SI FESTEGGIANO I DIECI ANNI DI AR[t]CEVIA

FESTIVAL DI ARTI CONTEMPORANEE

 

 

ar[t]cevia esplode

Dieci anni sono un traguardo importante: una prima bandierina che sancisce il successo di un progetto. E di certo, il Festival di arti contemporanee AR[t]CEVIA non è un progetto semplice, soprattutto considerato il luogo in cui ogni anno, dal 2008, si svolge, richiamando a sé artisti e un pubblico di nicchia da tutto il mondo.

Tuttavia, in questi anni AR[t]CEVIA è esplosa fuori, attraverso la sua forza centrifuga e centripeta.

Attesissima dunque, l’inaugurazione della X edizione di sabato 5 agosto alle 18:00 presso la Casa del Parco e la visita a Palazzo dei Priori, sede della collettiva: momento in cui verranno annunciati i grandi, nuovi progetti in itinere, molti dei quali realizzati in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Arcevia, da sempre a supporto del Festival.

Progetti che, da qui ai prossimi anni, mirano ad ampliare le vedute, marcando una volta per tutte lo stretto e forte legame storico di una vasta fetta del territorio come “culla” di arti contemporanee e musa di molte menti illuminate.

Anche quest’anno il Festival mette in luce quelle che sono le nuove tendenze artistiche, spaziando fra generi diversi e perfino opposti.

La consolidata particolarità di AR[t]CEVIA di fatti, è proprio quella di individuare generi, stili e concetti che introducono plausibili nuovi linguaggi artistici, lasciando totale libertà agli artisti selezionati, di presentare i propri progetti e la propria personale ricerca.

È tale peculiarità ad aver creato, nel corso degli anni, una vera e propria corsa “sotterranea” degli addetti ai lavori, ad ingaggiare alcuni di coloro che espongono: valore questo confermato da molti degli artisti e dagli esperti , fra cui anche lo storico dell’arte sloveno Jure Micuz che visitò AR[t]CEVIA nel 2015 (in occasione di una mostra e vari eventi organizzati da AR[t]CEVIA presso una galleria d’arte slovena).

Da sempre unico nel suo genere è anche il format del Festival che prevede una collettiva di arti sperimentali presso Palazzo dei Priori a cui prendono parte oltre 40 artisti di ogni genere e provenienza e, per tutta la durata del Festival, i progetti realizzati ad hoc per i castelli da artisti che, per la prima volta, scoprono ed entrano in contatto con il territorio. È così che il mese di agosto sarà impegnatissimo fra arti performative, musica, installazioni, video e molto altro ancora.

Come ogni anno, resta da scoprire l’evento speciale del Festival con cui – per questa decima edizione – si è scelto di rivolgere un occhio al passato per meglio proiettarsi verso il futuro. Sarà infatti il “Concerto per violoncello solo” di Claudio Pasceri – il giorno 27 agosto alle ore 21:00, presso il chiostro del MAM’S di Sassoferrato – a fare da cerniera. Un appuntamento musicale del tutto esclusivo in cui il violoncellista Claudio Pasceri suonerà, oltre ad un repertorio che spazia da Bach a Berio e Sciarrino, anche due brani inediti, appositamente scritti per l’occasione dai noti compositori Mauro Montalbetti e Martin Loridan, prendendo ispirazione dal Festival e dal luogo ospitante. Passato e presente dunque: il primo ad onore del compositore Aldo Clementi che, ben 40 anni fa, scrisse “L’orologio d’Arcevia” e futuro anche, per stringere un nuovo, benaugurante rapporto di collaborazione con l’unica Galleria d’Arte Contemporanea esistente nelle Marche.

Novità assoluta e piccola anticipazione di quest’anno sono due grandi eventi previsti a partire dal mese ottobre: annuncio ufficiale che sarà dato dal 5 agosto, all’evento inaugurale.

Intanto però, c’è un lungo Festival da godersi!

AR[t]CEVIA è organizzato da AR[t]CEVIA Onlus in collaborazione con il Comune di Arcevia e patrocinato dalla Regione Marche e Comune di Sassoferrato.

 di Veronique Angeletti (www.civetta.tv)

Per info e contatti:

www.artceviablog.wordpress.com – www.facebook.com/artcevia

artceviartfestival@gmail.com – +39 3451191199

Tutti gli eventi: www.facebook.com/events/1204247173055416

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *