Allora eravamo rimasti, all’arrivo del vostro amico a casa perciò parliamo di che cosa deve mangiare. In entrambi i casi, cane e gatto, dovranno nutrirsi almeno tre volte al giorno; se non volete preparare voi la cosiddetta “zuppa” troverete in commercio prodotti specifici per i cuccioli. Partite sempre e comunque dai consigli del vostro veterinario e poi regolatevi voi in base a quello che il vostro animale gradirà di più. I cibi possono essere con carne di manzo, di pollo, agnello e riso o a base di pesce, c’è solo l’imbarazzo della scelta ma tenete in conto che sia il cane che il gatto possono mangiare di tutto, oppure prediligere un solo tipo di prodotto: questo lo capirete provando. Fra i cibi secchi, le crocchette, e quelli umidi in scatolette, non ci sono grandi differenze, naturalmente le prime si mantengono meglio rispetto ad un cibo umido che va consumato poco dopo l’apertura. Si possono anche integrare, per esempio, nel caso di un gatto, dove il pasto principale è umido mentre, durante la giornata, si possono lasciare le crocchette a sua disposizione. I cani gradiscono sgranocchiare il pane secco, mangiano la frutta e alcune verdure e naturalmente le ossa rigorosamente grosse; niente pollo o coniglio perché si scheggiano e possono provocare danni allo stomaco. Il latte è naturalmente gradito da tutti i cuccioli, quindi se non dà problemi intestinali si può dare. Le quantità di cibo vanno somministrate in base al peso dell’animale e sono indicate in tutte le confezioni; a parità di prodotti tenete conto di ciò: un cibo potrà costare meno di un altro ma guardate la “dose giornaliera” e vedrete le differenze. Per le scatolette anche qua vi regolerete voi: a volte ne bastano meno di quelle indicate dal produttore. Ci sono poi prodotti più specifici per animali con particolari problemi ma in questo caso sarà il veterinario a darvi indicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *