Alejandro Jodorowsky stasera al Gabbiano di Senigallia

“poesia senza fine” pellicola autobiografica, surreale e psichedelica

 

Poesia senza fine jodorowsky

 

Nella rassegna d’autore “di lunedì” alle ore 21.15 verrà proposto Poesia senza fine, pellicola autobiografica del geniale ed eclettico Alejandro Jodorowsky, artista multidisciplinare come pochi altri: scrittore, fumettista e regista cinematografico di cult-movie come El Topo e La Montagna Sacra.

Siamo a Santiago del Cile, nel pieno fermento degli anni tra Quaranta e Cinquanta: Alejandro è un ventenne che nutre il forte desiderio di essere poeta, mentre il padre lo sogna diventare un ricco medico. Deciderà così di fronte alla famiglia di recidere letteralmente il proprio albero genealogico per rifugiarsi in una comune di artisti avanguardisti dove potrà coltivare il suo ardente desiderio. Immerso nel mondo bohémien dell’epoca, farà la conoscenza di Enrique Lihn, Stella Diaz, Nicanor Parra e molti altri giovani scrittori che diventeranno maestri della moderna letteratura sudamericana. Circondato da quest’universo di intellettuali, potrà sviluppare ogni sua sperimentazione poetica, concedendosi una vita autenticamente sensuale e follemente libera, fino a realizzare la propria immaginifica rivoluzione culturale.

Il racconto dell’ingresso nell’età adulta di Jodorowski in una Santiago che si rivelerà fucina di futuri talenti è dunque il cuore di Poesia senza fine, che la critica ha definito in maniera estremamente generosa: “un film davvero meraviglioso pieno di vita ed emozioni”, “opera immensa, audace e generosa, che commuove con i suoi trucchi e l’emozione che li nutre”. Tutto ciò che una vita può contenere – amore e sesso, famiglia e amicizia, passioni e istinti, religione e morte – viene abilmente raccontato da Jodorowsky con il suo tradizionale stile surreale e psichedelico capace di incantare lo spettatore. Ma una vena ironica e divertita serpeggia ovunque nel film, già sovraccarico di sentimento e lirica, riuscendo a far ridere e piangere al tempo stesso gli spettatori, a cui viene regalata una vera ode alla vita.

La prossima settimana si concluderà anche il ciclo dei mARTEdì – Cattedrali della cultura con l’ultimo dei documentari prodotti da Nexo Digital per celebrare la grande arte al cinema.

Solamente martedì 8 (ore 21.15) e mercoledì 9 maggio (ore 18.30) sarà proiettato Cézanne – Ritratti di una vita, un viaggio alla conoscenza di uno dei più grandi artisti mai esistiti attraverso gli spazi e le lettere private che ne segnarono l’esistenza.

Nel corso della sua attività artistica, Cézanne realizzò circa duecento ritratti e una trentina di autoritratti. Il documentario diretto da Phil Grabsky condurrà lo spettatore a ripercorrere le principali tappe della sua vita per mezzo delle sue corrispondenze e attraverso i luoghi e le città in cui visse, come Londra, Parigi, Washington e naturalmente la Provenza, quel sud della Francia in cui Cézanne nacque e si spense.

Il film proporrà anche immagini dell’esposizione realizzata alla National Portrait Gallery di Londra, dove sono stati presentati al pubblico cinquanta ritratti realizzati dal pittore. La loro valutazione aiuterà gli spettatori ad avvicinarsi ancor di più all’animo e al pensiero di n artista che Picasso e Matisse definirono “il padre di noi tutti”.

I biglietti (a 6 euro per la rassegna “di lunedì” e 8 euro per la rassegna d’arte) sono acquistabili anche online sul sito www.cinemagabbiano.it.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *