Leonardo_Movesi_l'amante_Scarlini_ecomarchenews.com

In relazione a Leonardo

Il Leonardo Da Vinci ” di Luca Scarlini al Teatro Nuovo Melograno di Senigallia

Prosegue la stagione del Teatro Nuovo Melograno, che sabato 13 aprile, alle ore 21, ospiterà la rappresentazione di “Movesi l’amante: un racconto agito e parlato sui ragazzi di Leonardo”. A salire sul palco sarà Luca Scarlini, una delle voci più autorevoli di Radio Tre, il quale narrerà la figura di Leonardo Da Vinci in occasione del quinto centenario dalla sua morte.

Il monumento a Leonardo scolpito da Pietro Magni, di fronte a Palazzo Marino, raffigura ai piedi dell’artista che più ha determinato l’immagine di Milano, i quattro giovani artisti che furono associati a lui, per la vita e nell’arte, definendo uno stile leonardesco destinato ad avere vasto successo. Le biografie sono spesso confuse, tra una Factory rinascimentale, amori e relazioni con la corte degli Sforza. Marco D’Oggiono, Giovanni Andrea Boltraffio, Cesare da Sesto, e Andrea Caprotti detto il Salaino, o Salaì, ossia Saladino, usato nel Morgante del Pulci, come figura del diavolo. Proprio lui, al secolo Gian Giacomo Caprotti, è la figura più ambigua, nella luce di una relazione strettissima, in cui il ragazzo terribile, dal volto androgino, dettava spesso le condizioni, comparendo secondo molti come modello in opere celeberrime del maestro, tra la Gioconda e l’Ultima cena. 

L’idea è quindi quella di un racconto su queste figure in relazione a Leonardo, avendo per la musica un liutista che esegua brani dei musicisti (come Agricola, Compere o Martini) che erano alla corte del Moro e qualcosa dalle belle musiche di Roman Vlad per lo sceneggiato di Renato Castellani del 1975 con Philippe Leroy, in cui spiccava la bella canzone Movesi l’amante, su parole di Leonardo, cantata da Ornella Vanoni, da cui il nome dello spettacolo.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *