Immensamente è il titolo della retrospettiva dedicata a Billy, Andrea Franceschini, una raccolta
dei suoi lavori dagli inizi della sua carriera
, un percorso in cui l’arte informale ha trovato una
nuova freschezza, con le sue materie quotidiane ricoperte e aggredite dalla pittura,
dall’ossidazione e dalla scrittura in alcuni casi, a partire da una particolare passione per l’opera
di Burri, ma anche e soprattutto dalla sua esperienza all’Accademia di Belle Arti di Bologna
con il professore Concetto Pozzati.

L’artista ha saputo riattualizzare un linguaggio, che ha segnato la prima parte della seconda
metà del novecento, procedendo a rinvigorirlo e a ricaricarlo di quel valore politico e
dichiarativo che si era perduto, linguaggio che per anni è stato declinato al puro esercizio di
stile e sottomesso alle logiche dell’interior decorating.
Nel suo lavoro si rintraccia, inoltre, un’attenzione per la scelta dell’oggetto che, di volta in volta,
subisce un processo reattivo a partire dalla pittura. Estremamente significativo, l’utilizzo dei
tappeti, trattati in questi anni da molti artisti italiani e internazionali, affascinati da quel
potenziale intimo e connettore di culture mediterranee, su cui Billy ha scelto un piglio
prevalentemente gestuale di un privato processo creativo, senza trascurarne l’analisi
concettuale dell’azione, pur mantenendone intatto il valore simbolico del materiale.
Tra un mondo proiettato verso la figurazione e una spazialità sempre più virtuale, si è fatto
spazio con la pittura del tempo e della stratificazione, del gesto e della vita, senza cedere mai
alle sirene di una formalizzazione accomodante, ha intrapreso un viaggio assieme a maestri
inossidabili, pur rimanendo attore del suo tempo, nel suo lavoro non mancano riflessioni
relative alla speculazione sull’oggetto, ancorato a una dimensione reale e fisica, oggi più che
mai necessaria, scrutandone limiti e contraddizioni, spazialità e superficie. Libero di agire e
riversare intimità e passioni, è riuscito a scorgere diversi orizzonti, a produrre un segno attivo
e partecipe, presente e critico, mai banale, nonostante i suoi riferimenti al passato con lo
spirito di un secolo appena trascorso, animandolo al presente, contro una società arresa
all’immagine.

La mostra, organizzata dall’associazione culturale “LAPSUS DIVERSA CREATIVITÀ”, con il
patrocinio del comune di Senigallia, sarà il primo evento artistico che inaugurerà la stagione
espositiva 2022, dello spazio espositivo della Ex Pescheria del Foro Annonario di Senigallia.
Come evento collaterale, all’interno dello spazio LAPSUS di via Marchetti 19, saranno presenti
altre opere di Andrea Franceschini sulla base delle quali gli artisti outsider dell’atelier
realizzeranno dei lavori ispirati al percorso artistico di Billy.


L’inaugurazione si terrà venerdì 15 aprile 2022 alle ore 18:00
La mostra resterà aperta dal 15 aprile al 22 maggio 2022
Orari di apertura:
giovedì-venerdì 10:00-13:00 / 17:00-20:00
sabato-domenica e festivi 11:00 / 20:00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.