Fotografie di quattro autori marchigiani

Il 14 Febbraio alle ore 18,00 si inaugura a Senigallia la mostra “Provinciale 360” a cura di Simona Guerra, con opere fotografiche di Simone Francescangeli, Giorgio Granatiero, Stefano Mariani, Paolo Monina e testi di Simona Guerra.  

“Provinciale 360” è un progetto nato nel 2016 in cui attraverso la fotografia e la scrittura cinque autori si sono focalizzati sul rapporto tra la strada, il paesaggio, l’architettura e l’uomo che vi abita. Percorrendo la Provinciale 360 – che collega Senigallia all’interno della regione – i cinque autori tutti marchigiani hanno provato a restituire un’immagine – personale in primis e poi collettiva – su questa strada: un’indagine che ora viene offerta ai visitatori come spunto per nuove riflessioni. Una strada percorsa ed attraversata; un luogo per molti vuoto e scontato, che al contrario si è rivelato molto ricco e significativo, trasformando questo lavoro in un documento sociale prezioso per l’intera collettività.

Con l’obiettivo di dare continuità al progetto sulla Provinciale 360, fino al 7 marzo, sono inoltre previsti dei workshop di fotografia condotti dagli autori in mostra. “Fino al mare. L’ultimo km del fiume Misa” è il titolo e il luogo attorno al quale si svolgerà la nuova indagine collettiva. 

Informazioni e iscrizioni possibili fino al 18 febbraio sul sito www.simonaguerra.com alla pagina mostre.

– – – – – – – –

Si tratta di una ricerca durata circa un anno” racconta Simona Guerra “In cui abbiamo studiato ed analizzato questo territorio. Ne è nato un lavoro articolato che crediamo possa essere d’interesse sia per gli autori che si occupano di questo genere di fotografia ma anche per chi vuole riflettere e avere più elementi per comprendere meglio il luogo in cui viviamo, certe sue problematiche, alcuni suoi punti di forza e debolezza. Personalmente sento questo lavoro come un’azione a metà fra il documentare e il “guardare consapevolmente”. Un’azione diversa da un rilevamento; piuttosto una presa di coscienza piena di amore e a tratti anche di rabbia nei confronti dello stato in cui versa il territorio.

Il progetto,è stato presentato per la prima volta al pubblico nel maggio del 2017 durante la sesta edizione del festival Giornate di Fotografia e diviene ora una mostra e un libro d’arte che verrà presentato il giorno dell’inaugurazione.

“Provinciale 360”, Paolo Monina, 2016

“Provinciale 360”, Giorgio Granatiero, 2016

“Provinciale 360”, Simone Francescangeli, 2016

La mostra

In mostra circa 30 opere fotografiche di Simone Francescangeli, Giorgio Granatiero, Stefano Mariani, Paolo Monina accanto a testi di Simona Guerra.  

Workshop 

Con l’obiettivo di dare continuità al progetto sulla Provinciale 360, fino al 7 marzo, sono inoltre previsti dei workshop di fotografia condotti dagli autori in mostra. “Fino al mare. L’ultimo km del fiume Misa” è il titolo e il luogo attorno al quale si svolgerà la nuova indagine collettiva. 

La sede delle lezioni in interno sarà lo Spazio Piktart (via Mamiani 14, Senigallia).

Informazioni e iscrizioni possibili fino al 18 febbraio sul sito www.simonaguerra.com.

Biografie degli autori

Simone Francescangeli. Fotografo per passione, spinto dalla voglia di raccontare con i suoi occhi l’anima e la dignità dell’uomo di tutti i giorni, quella parte di mondo che non vive sotto i riflettori degli eccessi,  quella che si cela all’ombra del peso del tempo e che scrive la storia dell’uomo in modo invisibile. Dalle strade d’Etiopia alle imbarcazione dell’Oceano pacifico, dalle miniere Boliviane ai ring Cubani ed ancora. Storie di uomini e donne. Collaboro con l’Agenzia di stampa Zumapress per la sezione approfondimenti. I racconti sono stati pubblicati all’interno di magazine internazionali come il Washington Post o in circuiti informativi come Npr US o in riviste del settore in Italia, Cile, Argentina, Spagna e Croazia e sono stati premiati ed esposti a concorsi internazionali  in Russia, Giappone, Stati Uniti o a Festival Nazionali.

Giorgio Granatiero nato a Venezia nel 1993, si laurea in Architettura presso l’Università di Bologna con una tesi sul rapporto fra fotografia e composizione architettonica. Cresce a Senigallia dove fin da piccolo coltiva la passione per la fotografia studiando i fotografi del gruppo Misa. Frequentando l’ambiente universitario entra in contatto con la fotografia di paesaggio e architettura seguendo corsi con Guido Guidi e Giovanni Chiaramonte. Diviene infine allievo di quest’ultimo con cui tuttora collabora. Ha realizzato alcune mostre personali fra cui: “A forza di essere vento”, “Cattedrali” e “Fango” un lavoro sull’alluvione che ha colpito Senigallia nel 2014. Nel 2017 pubblica “City Light” un libro fotografico sul tema della città europea edito da Franco Cosimo Panini. Premiato a “Camera Work 2019” vince la realizzazione di una mostra personale presso il Palazzo Rasponi di Ravenna dove espone un lavoro svolto lungo il canale industriale che collega la città al mare. 

Paolo Monina è fotografo e esperto di Fashion Design. Collabora con aziende nel settore della moda, degli accessori e con diverse agenzie di comunicazione per la realizzazione di campagne stampa, pubblicazioni e articoli poi apparsi su diverse riviste, magazine e quotidiani. Fra questi: Vogue (Italia, Germania, Russia), Mondo Uomo, Panorama, Collezioni, Amica, L’Espresso, Max, GQ. E’ docente di materie attinenti alle discipline del design e della fotografia presso l’Università di Macerata e presso il Poliarte – Centro Sperimentale Design di Ancona.

Stefano Mariani fotografa dal 1985. Si interessa alla lettura della realtà attraverso il mezzo fotografico affascinato dal concetto del “senso” presente in tutto quello che si vede. Partendo da questo principio, la scelta di Mariani è di non dare troppo risalto all’aspetto estetico, aspetto che egli persegue supportato da un’attrezzatura minima e non professionale che utilizza con grande consapevolezza. Ne consegue una fotografia scarna, a prima impressione trascurata, ma nel contempo carica di significato. Fotografa solo nella sua zona (Senigallia) e giornalmente li pubblica su Facebook. Non ha un sito web. 

Simona Guerra è esperta di ordinamento, conservazione e valorizzazione di fondi fotografici. Ha collaborato nel tempo con alcune tra le maggiori istituzioni italiane del settore tra cui l’archivio Fratelli Alinari e l’archivio Scala di Firenze, l’Archivio Fotografico Toscano di Prato, e l’archivio Mario Giacomelli di Senigallia. E’ curatrice dello Spazio Piktart a Senigallia (AN) e assieme a Lisa Calabrese curatrice dell’evento annuale Giornate di fotografia (Marche). E’ autrice di alcune pubblicazioni e biografie di fotografi – tra cui quella di Mario Giacomelli, Mario Dondero, Cesare Colombo – e di alcuni saggi e romanzi sulla fotografia e sulla Fotografia Consapevole™.

Info generali

Mostra

“Provinciale 360”

a cura e con testi di Simona Guerra

Opere di Simone Francescangeli, Giorgio Granatiero, Stefano Mariani, Paolo Monina 

Inaugurazione Venerdì 14 febbraio ore 18,00 

Aperta dal 15 al 23 Febbraio ’20

In collaborazione con: 

Pikta Studio, Senigallia

Ingresso libero      

Orari

da Martedì a Venerdì ore 18,00 – 20,00

Sabato e Domenica ore 16,00 – 20,00

Chiuso il lunedì.

Workshop a cura di:

Simone Francescangeli, 

Giorgio Granatiero, 

Paolo Monina

(dal 22 febbraio al 7 marzo)

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *