Marco Pannella è morto il 19 maggio, a Roma, all’età di 86 anni. Era un politico anticonformista che, in un paese profondamente cattolico come il nostro, era riuscito a far approvare la legge sul divorzio e quella sull’aborto. Pannella era un personaggio polemico e non convenzionale che aveva dominato il Partito radicale, una forza politica fondata da lui e da altri nel 1956. Caparbio regista della disobbedienza civile e conoscitore dell’arte politica, difese i diritti delle donne, dei detenuti, dei gay e degli obiettori di coscienza. Lottò per abolire la pena di morte e la caccia e per fermare la proliferazione degli armamenti.

Per annunciare la sua morte, Radio radicale ha trasmesso il requiem di Mozart. C’è stato anche chi ha ricordato la canzone che gli aveva dedicato Francesco de Gregori  “il signor hood”.

Racconta de Gregori:

“Il misterioso ‘Signor Hood’ della mia canzone era Marco Pannella. Questo personaggio così alla Robin Hood in quel tempo del referendum sul divorzio mi sembrava incarnare bene la figura di Pannella, una sorta di eroe solitario”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *